Skip to content

da dove veniamo

L’Associazione nasce per volontà di un gruppo di donne che condividono impegno, creatività e una grande esperienza sia nella produzione culturale che nella progettazione sociale. Insieme abbiamo deciso di fondare l’Associazione Chiave di Svolta con l’obiettivo di promuovere una cultura della sostenibilità. Cultura deriva dal verbo latino colere, coltivare. La cultura è un bene comune e anche un diritto, uno strumento per il rilancio dell’economia e del Paese. Quale rilancio è possibile per il nostro Paese senza parità di genere, senza sviluppo sostenibile, senza inclusione, senza accesso alla Bellezza? 

Cambiare cultura significa prendersi cura di ciò che accade, creare un mondo all’altezza di tutti e tutte, significa creare consapevolezza e proporre una nuova narrazione del nostro settore. I nostri valori di riferimento sono espressi nella nostra Costituzione e nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Un modello culturale sostenibile è un modello utile al presente e conveniente per il futuro. Lavoriamo per diffondere la cultura della sostenibilità, fornendo strumenti, sostegno e risorse, per favorire processi sostenibili a livello civico, istituzionale e aziendale. I valori in cui ci riconosciamo: etica, innovazione, inclusione, network, sostenibilità, consapevolezza.

 

IL COMITATO ARTISTICO

GIULIA MORELLO

PRESIDENTE

Giulia Morello è nata a Roma nel 1979. E’ autrice e regista. La tematica ambientale e sociale è sempre al centro dei suoi lavori artistici. E’ direttrice artistica di Earth Day Italia. E’ docente di comunicazione visiva, reportage audiovisivo, storytelling, organizzazione grandi eventi, organizzazione eventi no profit. E’ fondatrice di OGM (Officine Giulia Morello), network di artisti e creativi con cui realizza progetti di comunicazione per istituzioni, aziende e no profit.

ERICA MOU

sezione MUSICA

Erica Mou è una cantautrice pugliese, classe 1990.
Nel 2012 arriva seconda al Festival di Sanremo, nella categoria giovani, vincendo il Premio della Critica Mia Martini.
È candidata ai David di Donatello 2014 per la migliore canzone originale.
Attualmente vive a Tolosa e sta lavorando al suo sesto album in studio.
Il 12 marzo 2020 ha pubblicato per Fandango “Nel mare c’è la sete”, il suo romanzo d’esordio.

MARIAGRAZIA FILIPPI

sezione comunicazione

Maria Grazia Filippi, laureata in Archeologia e giornalista professionista, ha cominciato scrivendo di turismo per riviste specializzate, occupandosi per anni per “Il Messaggero” di cronaca, arte e cultura. Oggi, sugli stessi temi, scrive per ArteMagazine. Ambientalista e animalista ha collaborato e collabora con Il Venerdì di Repubblica, Repubblica .it, il Corriere della Sera e Vanity Fair con reportage, interviste e inchieste sul mondo animale. Ufficio stampa di eventi, esposizioni e iniziative socio culturali, segue da anni la comunicazione dell’Associazione MetaMorfosi e del Praemium Imperiale.

Elisa massetti

sezione arte

Mi chiamo Elisa Massetti, laureata in lettere moderne. Dal 2000 lavoro nel mondo dell’arte, più precisamente sono esperta nell’organizzazione di grandi eventi culturali. Ho organizzato mostre sui maggiori artisti classici e contemporanei in alcuni dei più importanti musei italiani ed internazionali. Al tempo stesso ho coordinato l’organizzazione di eventi, spettacoli e festival con artisti di fama nazionale ed internazionale, avendo modo di conoscere a fondo anche questo settore della cultura. Dal 2014 con la nascita della mia bimba Greta ho cominciato ad interessarmi al rapporto tra arte ed infanzia che si è evoluto fino a sfociare nel progetto “Bimbi d’artista – per un mondo a regola d’arte”, col fine di avvicinare i bambini al bello e all’arte attraverso il gioco.

MARTINA ATTANASIO

LETTERATURA

Dedita al mondo del giornalismo dalla tenera età ma presto folgorata dalla passione per l’editoria si occupa di entrambi i settori da quasi venti anni. Laureata in Scienze della Comunicazione indirizzo Giornalismo è co-fondatrice del sito di recensioni editoriali Rocknread.it. Dedicarsi all’editing di romanzi è una delle cose che più gli garba. Sostenitrice della cultura e della bellezza a 360° ritiene che la qualità della nostra esistenza su questa meravigliosa Terra derivi dalla prospettiva con la quale ci si guarda intorno… e dentro. Fumetti, giochi da tavola, viaggiare e l’altalena che si è fatta montare in salone sono ciò che la fanno sentire bene. Amante del Natale e degli animali non può soffrire i quadri storti, ma per fortuna ha molti altri difetti. Se potesse rinascere vorrebbe fare la doppiatrice, l’osservatrice di nuvole, la scienziata, l’hacker, l’assaggiatrice di cioccolata, la guardiana del faro… ma sa che non accadrà e va bene lo stesso. Comunicare, leggere e scrivere sono la sua sopravvivenza in questo pazzo mondo.

LUCIA BENDIA

sezione TEATRO

Attrice diplomata al Sperimentale di Cinematografia di Roma. Dopo aver debuttato con “Il potere sottile” al festival di Venezia inizia a lavorare per quattro stagioni con la Compagnia dei Giovani del Teatro Brancaccio di Roma diretto da Gigi Proietti. Lavora in diverse produzioni televisive di lunga serialità come “Un posto al sole” e in tv movie tra cui “Puccini“ di Capitani, “Preferisco il paradiso” di Campiotti e “Vip “di Vanzina. Prende parte a ruoli in produzione di lunga serialità tra cui “l’Isola” diretta da Alberto Negrin, e Scomparsa di recente uscita su Rai Uno”. Nel 2014 interpreta in teatro “Lettera di una sconosciuta” di Stefan Sweig. A settembre 2015 realizza lo spettacolo dedicato a Valeria Moriconi in collaborazione con Festival Pergolesi Spontini e Fondazione Teatro Pergolesi di Jesi nel 2016 apre il festival di Todi con il progetto Il Legame e nel 2017 partecipa con il progetto Ferocia di Betta Cianchini al Napoli Teatro Festival con cui è attualmente in scena.

SILVIA SBORDONI

ARTE PUBBLICA

Silvia Sbordoni, artista visiva e visual designer. Sono nata nel ’79 a Roma, dove vivo e lavoro, e laureata in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo presso l’Accademia di Belle Arti. Importanti nel mio percorso formativo lo stage presso la Fondazione Adriano Olivetti; un Master di arti multimediali e design organizzato dalla Provincia di Roma per venti giovani creativi; la partecipazione ai seminari organizzati dalla Fondazione Baruchello sulle pratiche artistiche condivise, l’arte e linguaggi nei territori in trasformazione. Fino al 2012 ho fatto parte di TRAi, gruppo di artisti che si occupava di arte pubblica e relazionale. Sono la promotrice di Macine/Panopticon [macine.net], progetto d’arte incentrato sulla tematica dei cinema chiusi di Roma. Faccio parte del progetto artistico multimediale Cassandre, andato in scena a Roma Poesia e Teatri di Vetro. Parallelamente dal 2003 mi occupo di grafica editoriale, pubblicitaria e web: ho lavorato per studi grafici e vari editori e nel 2009 ho aperto il mio studio professionale specializzandomi anche nel video e nella motion graphic.

partner

Tutti noi, forse ce lo siamo scordati, possiamo fare moltissimo. Ringrazio i miei anni di volontariato e lavoro nel settore del sociale, sono stati  e continuano a essere una palestra di cittadinanza attiva costante. Scoprire il mondo oltre noi è un “rischio” che vale sempre la pena di correre. E’ lì che nascono a mio avviso le più grandi scommesse.Personali e collettive. Con questo spirito nasce la nostra Associazione. Restiamo umani oltre che creativi.

 

Giulia Morello

Presidente

©2020 sito realizzato da Officine GM - www.officinegm.com